Screziato elegante: la Materia Toscana

Pulizia e rigore sono la chiave di volta di questo progetto.

Un pavimento sobrio ed essenziale, ottenuto giocando con il contrasto tra lo spigolo rigoroso e la superficie effetto cuoio morbido. Le screziature di questa particolare pietra naturale rendono elegante il contrasto.

 

 

La Pietra naturale e il Rovere del Casentino si incontrano: un sottile listello in ferro crudo assorbe le dilatazioni dei materiali.

 

 

Cere ed oli naturali sono usati per finire il pavimento: in questo modo la manutenzione dei due materiali risulta semplice ed agevole.

 

 

Ogni elemento di pietra e legno sono unici: colori, screziature e imperfezioni differenziano queste superfici, pensate per migliorare con il passare del tempo.

 

 

Toni caldi del tortora e del beige sono la particolarità di questa pietra, finita a mano anche sui bordi per ottenere un effetto rigoroso ma allo stesso tempo elegante.

 

 

Il pavimento guadagna la terza dimensione: la fusione tra elementi orizzontali e verticali è pure eleganza e semplicità.

 

 

Ogni nostro materiale è pensato per risultare in simbiosi con gli altri: nella foto in alto, il Rovere di catasta, utilizzato sulla maniglia del mobile del bagno, dona forza all’argilla tortora, usata sui contenitori della composizione. La pietra del pavimento ne è la quinta scenica perfetta e silenziosa.

 

 

I toni del pavimento sono ripresi anche nel progetto tessile delle tende.

 

 

Le ante della dispensa della cucina sfiorano il pavimento: toni simbiotici ed eleganti giocano con il riflesso della luce naturale.

 

 

Per minimizzare sfridi e sprechi di materiale la posa è stata pensata a correre in tre larghezze.
In questa maniera riusciamo a rispettare il lavoro che Madre Natura ha fatto creando questo magnifico materiale.

 

Guarda il nostro Catalogo Visita il nostro Laboratorio

 

Torna Indietro