Diamo molta importanza alla materia che andrà a comporre le nostre architetture e arredi. Di ogni materiale studiamo la storia, la natura, la chimica e le varie possibili applicazioni estetiche e funzionali. Per noi i materiali, che trattiamo in modo naturale, sono interscambiabili: si può utilizzare legno per boiserie, per pavimento  e per il tavolo in cucina, questo è il bello del progetto continuum che abbiamo da sempre in mente: il nostro progetto massimo Intero©.

Legno di catasta

La nostra storia con il legno è lunga tre generazioni. Prima il nonno, poi il papà, ora Mosè ed io.
L’innovazione” introdotta da me e da mio fratello si fonda soprattutto nella ricerca: il legno non viene più acquistato come materia prima fine a sè stessa, ma selezionato da produttori controllati, che lasciano che il legno maturi in catasta affinché tempo ed acqua lo impreziosiscano.
Abbiamo nel nostro campionario 6 essenze preferite: castagno, rovere, noce, olmo, ciliegio, frassino.
A volte alcuni progetti orientano la nostra su legni con caratteristiche particolari. Penso ad esempio a quella volta che per fare un pavimento in tavole lunghe 4 metri abbiamo scovato una catasta di frassino nella zona pedemontana veneta, oppure all’altra volta ancora che per un solaio speciale con travi, abbiamo esplorato i Monti Cimini per trovare del castagno resistente e perfetto.

ll legno respira, comunica ed è materia viva. Il nostro sogno è la realizzazione di superfici che raccontino il tempo vissuto, la storia e l’unicità di ogni tavola. Un modo, per noi, di rispettare la natura del legno e la simbiosi con il luogo in cui è invecchiato.
Ogni lavorazione è volta al mantenimento della patina originale, lasciando alla vista ed al tatto di chi la tocca una sensazione che evoca serenità, naturalezza e schiettezza.

 

Ferro

Ferro come materiale plasmabile per le strutture portanti. Lo scheletro dei nostri contenitori, il telaio dei nostri tavoli, il sostegno dei nostri progetti. Lo usiamo in tutte le sue forme, dai tubolari ai piatti, passando per le griglie. Le lavorazioni sono molteplici e le sfumature anche, mantenendo però sempre la sua anima dal carattere forte.
Il ferro è una “spalla” fondamentale del legno. Questo materiale viene utilizzato per la parte strutturale delle nostre creazioni, dallo scheletro della cucina, alla struttura della scala o della libreria o dell’armadio, fino a costituire la colonna portante di pareti divisorie ed elementi luminosi. Molteplici sono le finiture che possiamo applicarvi: dalla cera d’api per mantenere l’effetto classico, alla placcatura in ottone, rame, rame ossidato, ottone brunito… tutto questo lavoro è fatto a mano… Inoltre, per le superfici che devono avere quell’effetto arrugginito, usiamo un processo naturale privo di acidi.
Per le strutture da esterni utilizziamo il corten, caratterizzato dalla capacità di auto-bloccare la propria ossidazione una volta che la ruggine lo ha ricoperto.

 

Argilla

La ricerca per ottenere una veste materica e particolare per i nostri progetti ci ha portato a sostituire le solite finiture laccate con una serie di miscele “concrete”: dall’argilla mescolata alla farina di quarzo, fino ai cementi decorativi.
Vengono realizzate a mano all’interno del laboratorio Menegatti Lab. Una scelta voluta, oltre che per la passione per la ricerca delle cose belle, anche per evitare l’utilizzo di prodotti tossici.
Utilizziamo per le nostre finiture materiche solo argilla e sabbie di pietre naturali, miscelate tra esse per ottenere effetti e colori unici e pensati appositamente per il progetto in cui verranno applicati.

 

Pietre naturali

Questi materiali sono scelti per la loro insostituibile personalità: le lastre di pietra naturale e le mattonelle in cotto fatte a mano sono uniche e ricercate per ogni progetto. Infatti, ogni singola lastra di pietra e ogni singola “infornata” di mattonelle è caratterizzata da venature originali e superfici più o meno lisce.
Possono essere adoperate per decorare superfici orizzontali, dai pavimenti ai piani di lavoro o superfici verticali, come ad esempio , la parete fornelli, o della sala da bagno, o qualsiasi altra parete. Amiamo la natura originale dei materiali per questo scegliamo esclusivamente pietre naturali non ricostruite, per evitare l’utilizzo di resine sintetiche nel composto. Ogni singola lastra è scelta attentamente per rendere un progetto unico, sia dal punto di vista del colore, sia per la finitura superficiale.

 

Argilla cotta in massa

Un altro modo di rendere contemporaneo un materiale antico come l’argilla: mescolarla con terre naturali per creare colorazioni nuove e differenti dal solito. Diventa cosi sicura protagonista di un pavimento, oppure decora una libreria diventando il materiale con cui costruire i ripiani.

 

Tessili

Selezionati per dare colore e morbidezza agli ambienti, i tessuti della nostra collezione si distinguono in due grandi famiglie: quella del lino e quella del cotone. Il lino è principalmente di origine europea, e va dalla garza sottile che aiuta a controllare la luce in un ambiente, fino ai lini grossi e strutturati, pensati per gli imbottiti, le sedute e le tende oscuranti. I cotoni invece vanno dal velluto pesante per gli imbottiti, fino alla versione morbida e destrutturata del cotone, per dare al tessuto un tono più leggero ed elegante. Il lato morbido della casa: i tessuti ci emozionano giocando con il vento che entra dalla finestra, donano delicatezza ogni volta che li sfioriamo e morbidezza quando ci sediamo sul divano e stendiamo sul letto. Prediligiamo fibre naturali come cotone, lino e tela in fili di seta.